«Sentire misericordia, questa parola cambia tutto. È il meglio che noi possiamo sentire: cambia il mondo. Un po’ di misericordia rende il mondo meno freddo e più giusto. Abbiamo bisogno di capire bene questa misericordia di Dio, questo padre misericordioso che ha tanta pazienza»

Papa Francesco - Angelus, Piazza San Pietro, Domenica 17 marzo 2013

Presentazione delle visite guidate

Apertura della Porta della Misericordia

Percorso Giubilare

La Basilica del Santo ha la propria Porta della Misericordia. Dal 20 dicembre ogni pellegrino la può attraversare, iniziando da lì il proprio cammino di conversione. Varcando la soglia il pellegrino traccia su di sé il segno del cristiano, dopo aver toccato la croce posta all’ingresso. Seguendo le indicazioni raggiunge la Cappella del Santo, dove potrà posare la mano sul marmo verde della Tomba. Subito dopo entra nella Cappella della Madonna Mora e da lì accede alla Cappella delle Reliquie, dove è custodita la lingua del Santo.
Uscito nel chiostro della magnolia il pellegrino entra nella Penitenzieria, per celebrare il sacramento della Riconciliazione. Dopo l’incontro con la misericordia di Dio ritorna in Basilica per partecipare all’Eucarestia. Dalla Porta della Misericordia all’Eucarestia, dalla conversione del cuore alla lode a Dio per i doni ricevuti: sant’Antonio accompagna ogni pellegrino nella propria rigenerazione spirituale. Soprattutto gli sarà vicino dopo, quando tornerà nella vita di tutti i giorni.

Famiglia Antoniana